PRATICHE ALIMENTARI E TERRITORIO

La Politica ha una grande responsabilità morale, quella di occuparsi del cibo non solo in quantità – abbiamo le nuove povertà all’interno delle nostre metropoli, l’accesso al cibo è un problema per una gran parte di cittadini delle nostre realtà occidentali – ma dovrebbe occuparsi del cibo anche in qualità poiché essa è fondamentale alla nostra sopravvivenza al pari dell’acqua e dell’aria.
La priorità deve essere data a queste tematiche, basterebbe pochissimo, si spendono di sanità delle cifre abnormi e l’80% delle malattie dipendono da una scorretta e cattiva alimentazione, senza parlare degli spazi verdi ceduti ad una indiscriminata cementificazione del territorio ed alla scarsa qualità ambientale.
Le pratiche alimentari hanno sempre avuto un ruolo significativo nel distinguere le identità individuali e collettive e oggi – a seguito delle recenti trasformazioni economiche e sociali – sembrano assumere una valenza più pronunciata che in passato, determinata anche dalla fine della scarsità alimentare in Occidente.
La maggior parte delle occasioni di costruzione e conferma delle relazioni di un gruppo sono accompagnate dal consumo comune del cibo, che sancisce in modo profondo l’appartenenza a una cultura materiale e comunitaria. Il pranzo di lavoro, il buffet di un convegno, la cena tra amici, il pranzo di famiglia sono pratiche rituali che contribuiscono alla strutturazione di significati sociali e si configurano come un elemento costitutivo della costruzione di sé. Ai riti religiosi e a quelli civili si connettono spesso cibi specifici, in alcuni casi proposti e veicolati dalla pubblicità e dal marketing e quindi diffusi in aree più vaste di quelle d’origine dello specifico prodotto.


In questa prospettiva, il consumo alimentare assume una rilevanza non meramente economica, ma anche e soprattutto sociale, perché consente la “scoperta”, la “riscoperta” e il mantenimento delle tipicità e del gusto che identificano i luoghi e le comunità locali. I modi di produzione, di distribuzione e di consumo di questo particolare aspetto della cultura materiale diventano dunque elementi che possono contraddistinguere una società alla pari di altri elementi simbolici, come ad esempio il linguaggio.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...