La Siepe che Connette

Da alcuni mesi con alcuni amici stiamo cercando di dare una mano ad un apicoltore a ricostruire uno spazio agricolo a Milano. Con il nome Un Orto a Milano abbiamo cercato di raggruppare tutta una serie di attività di riqualificazione di un terreno agricolo posto nelle adiacenze di Cascina Linterno.

Tra i vari temi che dobbiamo risolvere c’è quello della delimitazione dell’area, non tanto per separarla dal resto, ma per indicare che qualcosa di diverso sta succedendo, stimolando così l’accoglienza delle attività agricole da parte degli attuali frequentatori del parco.

Credo che l’installazione di siepi possa essere l’azione corretta per raggiungere questo scopo visto che potrebbero, anziché separare, raccordare questa parte di città con la vasta area seminaturale del Parco delle Cave, introducendo un elemento naturalistico di pregio al limite del perimetro urbano. Utilizzando delle specie arbustive congruenti con le siepi e filari attualmente presenti nel Parco delle Cave si contribuirebbe all’arricchimento della biodiversità locale, avendo come effetto indiretto l’incremento delle fonti di polline per gli insetti pronubi.

Dovendo ovviare ai limiti anche economici che potrebbero bloccare la realizzazione di questo tassello necessario a realizzare Un Orto a Milano credo che bisogna utilizzare in modo sinergico tutte le opportunità che abbiamo a disposizione.

Sono sicuro che l’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e le Foreste sarebbe molto contento che, alcune delle risorse con cui assolve ai suoi compiti istituzionali, siano destinate a completare un orto che è stato messo, dalla forte presenza dell’associazionismo presente in quell’area, al centro del progetto QuBì – La ricetta contro la povertà infantile.

Le specie forestali che Ersaf mette a disposizione, in forma gratuita, anche delle associazioni, contribuirebbero in modo determinante alla costruzione di un orto pensato anche per contrastare la povertà infantile partendo proprio dalla produzione di cibo di qualità a chilometro zero.

Noi con l’Orto Sociale di Cesate l’abbiamo già fatto facendoci donare da Ersaf delle piantine forestali e dei gelsi , e dal Parco delle Groane degli alberi da frutto e vi assicuro che l’esperienza è stata estremamente positiva per entrambe le parti.

Tra tutte specie forestali che Ersaf mette a disposizione io chiederei alle singole associazioni di optare per delle specie arbustive mellifere che hanno la duplice funzione di creare una siepe di contenimento per preservare le coltivazioni e nello stesso produzione di bacche e fiori che attraggano gli insetti impollinatori. Come traccia potete seguire quanto Mauro aveva pensato, visto anche i limiti ecologici e naturalistici imposti dal Parco Sud, scegliendo tra specie uguali o simili a

  • – Sambuco nero (Sambucus nigra)
  • – Pallon di maggio (Viburnum opulus)
  • – Evonimo (Euonymus aeuropaeus)
  • – Ligustro (Ligustrum vulgare)
  • – Spincervino (Rhamnus cathartica)
  • – Nespolo (Mespilus germanica)

Sulle base del numero di piantine che si riesce a recuperare potremmo decidere in seguito il sesto d’impianto.

Di seguito ho riportato come ogni associazione o scuola che voglia dare il suo contributo deve procedere una volta definito insieme il tipo di scelta delle specie arboricole.

DESTINATARI:
Comuni, scuole pubbliche e associazioni onlus

QUANTITA’:
Fino a 50 piante per ente (tenete conto che ne serviranno circa 400)

DIMENSIONI DELLE PIANTE:
Piante di un anno di altezza compresa tra 40 e 60 cm a seconda della specie

SCELTA DELLE SPECIE:
Il richiedente può indicare le specie che vorrebbe ritirare oppure lasciare la scelta ad ERSAF. Il vivaio fornirà comunque le piante in funzione di 1) disponibilità e 2) caratteristiche del luogo d’impianto. Le specie disponibili per l’assegnazione gratuita sono quelle riportate nell’allegato

TEMPI PER LA RICHIESTA:
Se il ritiro avviene a Curno, la richiesta deve essere effettuata almeno 2 settimane prima dalla data prevista per la festa con cui le piantumeremo nell’orto. Se il ritiro avviene in uno degli altri centri di distribuzione è necessario anticipare il più possibile la richiesta, perché vengono organizzate solo una consegna primaverile ed una autunnale

COME EFFETTUARE LA RICHIESTA:

  • Con il modulo di richiesta di ERSAF, sul quale va apposto un timbro del Comune/scuola/associazione
  • Con la carta intestata del Comune/scuola/associazione
  • Con una mail istituzionale del Comune/scuola/associazione

LA RICHIESTA VA INVIATA A:
vivaio.forestale@ersaf.lombardia.it

Qui trovate l’Elenco delle Piantine che Ersaf Lombardia rende disponibili a titolo gratuito, e qui il Modulo di Ordine che ogni associazione o scuola deve inviare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...